Ozonis

TRATTAMENTO ACQUA DI PRODUZIONE - INDUSTRIA PETROLIFERA

Home » Applicazioni » TRATTAMENTO ACQUA DI PRODUZIONE...


L'acqua di produzione associata alle attività estrattive (olio e gas) non è stata considerata un problema reale nel settore petrolifero, fino a quando l'inquinamento da idrocarburi e metalli di acqua di mare segnalato dai pescatori ha provocato restrizioni alle attività off-shore. Queste preoccupazioni sono state un elemento fondamentale per avviare attività di ricerca sul trattamento delle acque di produzione per lo scarico in mare di acqua purificata.
Allo stesso tempo, la disponibilità di acqua e lo smaltimento delle acque reflue pura per le attività a on-shore in località remote ha iniziato a suscitare interesse anche in questa area. E 'importante notare che il riutilizzo dell'acqua depurata può essere una spinta molto importante, dove la disponibilità di acqua dolce è una questione critica.

Le tecnologie di separazione a membrana a flusso tangenziale (ultrafiltrazione, nanofiltrazione, osmosi inversa) hanno giocato un ruolo importante per diversi motivi:



ATTIVITA 'DI RICERCA

Sepra, una società con oltre 20 anni di esperienza nelle tecnologie di separazione a membrana, ha partecipato a importanti progetti di ricerca nel campo del trattamento dell'acqua di produzione, a partire dalla scala di laboratorio fino agli impianti industriali.

Lo sviluppo iniziale ha comportato l'uso di diverse tecnologie su piccoli lotti, vale a dire 1000 litri di soluzione.

Dopo di questa fase è stato costruito un sistema pilota in container per le prove sul campo. Questo ha permesso studi di funzionamento continuo in diversi giacimenti di petrolio e di gas. Ogni prova è stata effettuata su un periodo di 2-4 settimane.

Al fine di consolidare i risultati dei test sul campo è stata quindi realizzata l'installazione su scala industriale di un impianto dimostrativo, ormai operativo da alcuni anni.

Queste attività hanno consentito a Sepra di sviluppare competenze specifiche sul trattamento dell'acqua di produziuone con tecnologie a membrana.

APPLICAZIONI INDUSTRIALI

Sulla base dell'esperienza di cui sopra, siamo in grado di offrire soluzioni per l'industria petrolifera e del gas per il trattamento dell'acqua di produzione, in base alle diverse esigenze e con l'utilizzo di una vasta gamma di tecnologie.

L'obiettivo di questi sistemi è quello di produrre acqua purificata che può essere riutilizzata o scaricata nell'ambiente e di concentrare i contaminanti in piccoli volumi, per un ulteriore smaltimento.

1) FILTRAZIONE TRADIZIONALE

La prima necessità relative alla depurazione e al riutilizzo delle acque di produzione è la rimozione dei solidi sospesi, tra cui ossidi metallici che si generano soprattutto a causa di ossigenazione e di modifiche di pH.

Siamo in grado di mettere a disposizione una vasta gamma di tecnologie di pretrattamento, che includono:



Un approccio specifico sarà messo in atto in base alle esigenze del sito.

Il pretrattamento è un passo molto importante per permettere un ulteriore trattamento con tecnologie più sofisticate.

2) ULTRAFILTRAZIONE

Gli idrocarburi pesanti sono tra i contaminanti più difficili da rimuovere dalle acque prodotte.
L'ultrafiltrazione è una tecnologia di separazione a membrana che permette la separazione delle sostanze a peso molecolare più elevato, come l'olio e perfino le cere.
Al fine di controllare lo sporcamento della membrana, utilizziamo speciali membrane polimeriche che incorporano una superficie estremamente idrofila; per le applicazioni più estreme usiamo anche membrane ceramiche tubolari.

3) ASSORBIMENTO

Nei processi di assorbimento il supporto macroporoso viene utilizzato per rimuovere idrocarburi di peso molecolare inferiore, spesso in combinazione con nanofiltrazione / osmosi inversa che vengono descritte nei punti seguenti.
Carbone attivo o supporti speciali possono essere selezionati in base alle esigenze specifiche del sito.

4) NANOFILTRAZIONE

La nanofiltrazione è una tecnologia di separazione a membrana che permette la separazione delle sostanze con peso molecolare inferiore, come le sostanze organiche e i metalli, consentendo comunque il passaggio di cloruro di sodio.
In questo modo, siamo in grado di realizzare una sostanziale riduzione del COD e di produrre acqua salata pulita da restituire all'ambiente marino o da iniettare nel pozzo.
La nanofiltrazione permette anche la rimozione dei sali bivalenti, come i solfati, riducendo il potenziale incrostante dell'acqua purificata.

5) OSMOSI INVERSA

L'osmosi inversa è una tecnologia di separazione a membrana che permette la completa demineralizzazione dell'acqua.
È l'approccio di purificazione più efficace, ma è limitata dalla pressione osmotica della soluzione da trattare.
Normalmente, l'osmosi inversa è un approccio efficace per il trattamento dell'acqua a salinità inferiore.

SVILUPPO NUOVI PROGETTI

Mentre ci si avvicina ad un nuovo sito, il primo importante obiettivo è quello di caratterizzare l'acqua di produzione, in termini di quantità e di proprietà fisiche e chimiche.

Si consiglia di controllare i seguenti parametri:
pH, temperatura;



Dopo l'analisi dell'acqua, è possibile effettuare uno studio di fattibilità, che include una valutazione budget del costo di investimento e dei costi di funzionamento di un sistema di trattamento dell'acqua di produzione.

Nel caso lo studio di fattibilità caso portasse a risultati interessanti, normalmente si consiglia di pianificare test pilota, che possono essere organizzati su scala di laboratorio o sul campo.

Il lavoro di test porta per il sito specifico a risultati che vengono utilizzati per lo scale-up industriale.






« TORNA ALLA LISTA APPLICAZIONI